Come funzionano gli incentivi per l’impianto fotovoltaico

Una fonte di energia rinnovabile in continua crescita

Il fotovoltaico rappresenta la fonte di energia rinnovabile con maggiore capacità sul territorio italiano, e il suo impiego è in continua crescita. Aumentano soprattutto gli impianti residenziali, che rappresentano attualmente il 50% della nuova potenza installata. Non è difficile prevedere che con il passare del tempo, i prezzi degli impianti e della tecnologia che scendono sempre di più e le agevolazioni fiscali da parte dello Stato il fotovoltaico diventerà  una delle principali fonti energetiche del futuro.

Sei a conoscenza degli incentivi fiscali erogati dallo Stato per l’installazione di un impianto fotovoltaico?


Questo risultato è possibile anche grazie alle detrazioni fiscali erogate dal Governo, che permettono un rientro parziale della spesa sostenuta.
Non perdere altro tempo e approfitta subito di queste agevolazioni: contattaci per un preventivo gratuito e per scoprire quanto puoi risparmiare!
Il Decreto di Legge n. 205 del 27 Dicembre 2017 ha prolungato la detrazione del 65% per le spese relative ad interventi di riqualificazione energetica degli edifici (Ecobonus). Queste riguardano nel particolare l’installazione dei pannelli solari per la produzione di acqua calda.

Le agevolazioni per le imprese e i privati

Un’altra agevolazione confermata dal decreto è quella riguardante la detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie, che comprende gli interventi effettuati per il conseguimento di risparmi energetici, con particolare riguardo all’installazione di impianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia. Si tratta di una detrazione IRPEF da richiedere nel momento in cui si effettua la dichiarazione dei redditi, rispettando i limiti di spesa per ogni tipologia di intervento.  Un altro vantaggio, riguarda l’IVA al 10% e non al 22%, per opere su abitazioni private che consentono un risparmio energetico. Confermato anche il super ammortamento per le imprese, che però scende dal 140% al 130%.
Considerando anche il risparmio sulla bolletta, ti basteranno meno di 10 anni per ammortizzare l’investimento sostenuto.